Video Corso Base di Python 3

10: I Moduli della Standard Library

Ciao a tutti brava gente e benvenuti a questa decima puntata della nostra serie dedicata all'apprendimento delle basi di Python 3.6.

Ciascun programma che scrivete in Python puó includere un set di istruzioni integrate, come ad esempio la funzione print() e la funzione input() che abbiamo utilizzato nei programmi scritti fin'ora. In aggiunta a queste funzioni Python dispone di un insieme di Moduli in quella che viene chiamata la Standard Library.

Ciascun modulo è un programma scritto da altri programmatori, e contiene un insieme di funzioni associate progettate per svolgere compiti comuni come ad esempio la generazione di numeri casuali nel caso del modulo random o funzioni matematiche come nel caso del modulo math, espressioni regolari col modulo RE e interfacciamento col sistema operativo nel caso del modulo OS.

La Standard Library contiene decine e decine di moduli, e ciascun modulo contiene a sua volta tantissime funzioni... date uno sguardo a questa pagina del sito della Python Foundation per farvi un'idea di quanto sia sconfinato il suo potenziale...

Prima di potere utilizzare queste funzioni all'interno dei vostri programmi dovrete importare questi moduli, e il modo più comodo per fare ció è utilizzare il comando import da scrivere in cima al programma.

# questo programma ci fornisce 10 numeri casuali tra 1 e 50
    
import random
for numero in range(10):
    valore = random.randint(1,50)
    print(valore)

Ció che ho appena fatto è stato quindi anzitutto importare il modulo chiamato random mediante il comando import. Quindi ho utilizzato la funzione randint del modulo random per associare alla variabile valore un numero casuale ad ogni ciclo di FOR, compreso tra 1 e 50. Testiamo il programma mandandolo in esecuzione...

7
27
22
9
19
11
31
4
36
32

C'è un'altra tipologia di import che puó essere utilizzata per importare solo uno funzione specifica di un modulo, facciamo un esempio con la funzione sqrt del modulo math, che si occupa di effettuare radici quadrate.

from math import sqrt

Quando importate una funzione in questa maniera, come vedete non è necessario ripetere il nome del modulo di provenienza.

>>> sqrt(25)
5.0

Un altro modo per importare le funzioni e richiamarle senza dover necessariamente riscrivere il nome del modulo ogni volta include l'utilizzo di un asterisco:

from math import *

Potremo in questo modo richiamare tutte le funzioni matematiche incluse nel modulo math... ma sopratutto se state pensando di lavorare ad un progetto importante e vasto, è decisamente meglio utilizzare la prima o la seconda modalità che vi ho spiegato.

Esiste inoltre un sistema che ci consente di installare moduli che non fanno parte della standard library, e questo tramite il programma PIP, di cui già disponete perché integrato nel pacchetto di installazione di Python. Ma di PIP e di come fare per installare Moduli esterni parleremo più avanti!


Ricapitolando:

  • I Moduli sono programmi scritti da altri programmatori che contengono svariate funzioni
  • I Moduli di Python si racchiudono in quella che viene chiamata Standard Library
  • Per poter utilizzare una funzione dobbiamo prima importarla tramite il comando import
  • I modi preferibili per usare import sono import NomeModulo o from NomeModulo import NomeFunzione

Menu della Serie