Video Corso Base di Python 3

23: Installare Moduli di Terze Parti con PIP

Benvenuti a tutti a questa lezione numero 23!

Oggi impareremo come estendere le funzionalità di Python installando Moduli Esterni creati da terzi, presenti nel Python Package Index, e faremo ció sia su Windows che su Linux.

Nella pagina principale sono in evidenza gli ultimi moduli che sono stati caricati o aggiornati, e abbiamo quindi data/nome/descrizione funzionalità.

Per una ricerca più accurata cliccate su Browse Packages, che vi restituirà un elenco in cui potrete scegliere in base alla categoria di appartenenza.

I moduli del Python Package Index vengono installati da terminale, tramite un programma chiamato PIP, che già avete nel vostro computer in quanto è presente nel pacchetto di installazione di Python che abbiamo installato nella prima lezione della serie.

Su Windows, apriamo quindi il prompt dei comandi(CMD) e navighiamo fino alla cartella Scripts di Python e una volta dentro facciamo:

pip install Django

In questo caso pip starà scaricando e installando Django, uno dei Web Framework più famosi di Python, con cui sono scritti servizi famosi come Instagram.

Ora verifichiamo la presenza di Django e la versione installata, aprendo la Shell di Python e importando il Modulo:

import Django
django.VERSION

Passiamo ora su Linux, e questa procedura dovrebbe funzionare senza problemi anche su Mac OS:

Qui la questione è ancora più semplice che su Windows: ci basta aprire un terminale e digitare lo stesso comando usato su Windows, solo che ora non abbiamo bisogno di essere nella cartella degli Scripts:

pip install ipython

Attenzione: su sistemi Linux e Mac capita spesso di avere 2 versioni di Python installate nel proprio sistema (2.X e 3.X) e per questo motivo, a seconda della vostra personale configurazione di sistema potreste dover usare il comando "pip3" invece di "pip" per installare moduli utilizzabili con Python 3.


Menu della Serie